Workshop “Danza e Percezione in Natura”

4 e 5 maggio 2019

.

.

Caro amante del movimento in piena natura,

Se sei disposto a esplorare con il corpo nuove possibili relazioni con l’ambiente naturale

.

Sei invitato al nostro Workshop di Teatrodanza Sensoriale interamente dedicato alla percezione e all’espressività, immerso nella natura selvaggia dell’isola di Sardegna.

.

La terra, il vento, il cielo, la pietra e la macchia mediterranea contribuiscono insieme a creare il terreno ideale dell’Essenza, per stimolarti a danzare in sintonia con l’ambiente naturale.

.

La danza viene suggerita dal tronco sinuoso di un ulivo secolare, dagli alberi piegati dal vento, dalle nuvole rapide o immobili, dalle crepe della terra, dalle lucertole al sole. In questo modo si potrà incorporare un’immagine dinamica, per poi riprodurla tradotta dal movimento del corpo.

Durante questo intenso laboratorio esperienziale lavorerai sia singolarmente nel tuo processo di scoperta con l’ambiente, sia in relazione al gruppo – seguendo il filo della percezione sensoriale, con gli elementi della natura come strumento di ricerca coreografica.

Imparerai nuove tecniche derivate dal mondo della danza, del teatro, dello yoga, e metodi elaborati dall’insegnante nel corso della sua pratica performativa ultraventennale.

.

.

Che cosa significa “Danzare il Paesaggio”?

.

Si tratta di un workshop di ricerca sul movimento danzato svolto interamente in natura.

Consiste in un lavoro sull’espressività e la creatività del proprio strumento corpo, in totale immersione nel contesto naturale che diventa parte integrante del processo creativo.

Questo laboratorio esperienziale ha una finalità creativa, quindi dà la possibilità di trasformare gli elementi esterni in veri e propri oggetti coerografici. Quello che avviene è infatti un processo di impressione, trasformazione e restituzione.

Un viaggio attraverso il corpo come trasformatore di elementi, un percorso di crescita della persona nella sua totalità.

.

.

Le 2 giornate del weekend sono suddivise in momenti di attività:

.

  1. Meditativa: percezione dei 5 sensi in rapporto agli elementi naturali
  2. Dinamica: esercizi legati al riscaldamento e allungamento dei muscoli
  3. Espressiva: la traduzione in danze delle stimolazioni ricevute

.

Gli esercizi di percezione apriranno il corpo alle sue facoltà sensoriali, lasciandoti stimolare dal paesaggio, dai suoni, dai profumi, dalle superfici.

L’ultima parte, quella espressiva, è una parte strettamente personale in cui ognuno libera la propria danza.

.

.
Lavoreremo con il corpo in armonia con l’ambiente, cercando di veicolare una profonda sensibilizzazione ad ascoltare e rispettare la natura in tutte le sue fragilità e meraviglie.

.

Agire con il paesaggio, attraversandolo, diventandone parte.
Una traccia lasciata sul cammino, una nella memoria.
Agire contemporaneamente dentro e fuori.
Una sinestesia narrativa in movimento.
Un percorso esperienziale alla ricerca di storie nascenti, pronte per essere raccolte.
Percepire, sentire, immaginare: il corpo diventa un’onda, un racconto mitico, una mappa narrativa.
Sono un paesaggio che diviene.

.


.

Viene in questo modo agito il paesaggio e al tempo stesso il paesaggio agisce su noi; viene messa in moto una sorta di circolazione ecologica in cui il corpo e l’ambiente diventano parte dell’estetica del paesaggio.
Un allenamento a creare l’eco di un luogo, partendo da se stessi, facendone riverberare gli aspetti più incisivi: un colore, un suono, un profumo, un’atmosfera.

 

Laureato in Antropologia Culturale ed Etnologia con una tesi sull’arte performativa, da oltre 20 anni Dario La Stella conduce seminari e corsi sulle arti performative. Ha fondato a Torino la compagnia “Senza Confini Di Pelle“, che da oltre 15 anni opera in ambito nazionale ed internazionale (USA, Francia, Cuba, Brasile, Polonia, Germania), con produzione di spettacoli, progetti di formazione, realizzazione di eventi e mostre.

Valentina Solinas è laureata in psicologia ed è parte di “Senza Confini Di Pelle” come autrice e performer dei lavori della compagnia. Insieme hanno tenuto workshop per il CRUD (Centro Regionale Universitario per la Danza) all’Università di Torino, alla University of Washington a Seattle (USA) e al SESC Santo Amaro a San Paolo (Brasile).

.

.

L’Essenza Oasi Sensoriale, location del workshop, è un luogo di contemplazione in cui è possibile rientrare in contatto con se stessi e con la natura, in un ettaro di collina con vista sul Parco Naturale di Tepilora, unica Riserva UNESCO in Sardegna.

.

.

Sarà possibile  iscriversi al solo workshop o vivere l’esperienza in modalità residenziale.

 

Creata appositamente per risvegliare i 5 sensi con oli essenziali dentro capanne eco chic, L’Essenza Oasi Sensoriale è una piccola struttura ricettiva nel Parco Naturale di Tepilora (Nuoro).

Il pinnetu dell’Essenza è una camera circolare in pietra e legno, con tetto a cono su telaio d’alberi resistenti e percorso cromo-aromatico dedicato.

Dato che l’archittettura riprende la forma di un antico nuraghe quadrilobato, e la camera è circolare e conica, l’energia all’interno della stanza si muove in maniera più intensa rispetto agli edifici squadrati.

Come millenni fa, qui entri in una dimensione antica, essenziale, fai un’esperienza sensoriale originaria, godi di un relax totale e ti risvegli rigenerato, con una forza interiore che viene da una terra millenaria.

.


.

Il workshop si svolge da sabato 4 maggio dalle 9 alle 19 con pausa pranzo, fino a domenica 5 maggio negli stessi orari.

I posti sono limitati, sia per le camere che per il solo workshop.

.

Regalati un’esperienza totale in piena natura.

Mettiti in cammino alla scoperta delle tue possibilità creative attraversando un territorio naturale e incontaminato.

Che tu sia allenato o meno, danzatore o principiante, farai un meraviglioso viaggio attraverso i sensi al fianco di professionisti di altissimo livello nell’ambito delle arti performative.

Scrivi subito per ricevere tutti i dettagli:

.


 

Rispondi