5 cose che rischi in Sardegna “Fuori Stagione”

C’è un fenomeno riguardo le stagioni dell’anno che non hai mai capito proprio del tutto: alle elementari ti sei messo d’impegno per impararne quattro e poi, quando finalmente le conoscevi tutte, magari anche in qualche lingua straniera, hai intuito che in certi luoghi di “Stagione” ce n’è una sola – senza peraltro ben capire cosa diavolo siano allora le altre tre.
.

temporale ciclone

.
Che tu abiti in Sardegna tutto l’anno, che tu sia sardo e viva altrove, o che tu semplicemente abbia voglia di trascorrere sull’isola qualche giorno “fuori Stagione”, puoi incorrere in cinque terribili pericoli.

Già, perché in periodi non strettamente inclusi nella cosiddetta Stagione, che restino cioè esclusi nel limbo incatalogabile che va da novembre a maggio, è impresa quasi impossibile godersi un weekend fuori porta, organizzare una piccola vacanza, festeggiare anniversari e ricorrenze che – orrore! – cadono di marzo, o ancora peggio a novembre, dio non voglia a febbraio.

.

primavera Sardegna

.
Si tratta però di mesi in cui capita di avere addirittura una sorprendente primavera, un incredibile autunno, uno stupefacente inverno.

E può succedere che, a te che conosci la Sardegna o la tieni nel cuore, venga il desiderio irrefrenabile di cercare ristoro in questa perla del Mediterraneo, continente in miniatura che offre insieme mare e montagna, arte e storia, cultura e divertimento.

Non hai nessun bisogno di sondare i motivi antropologico-politici di questo fenomeno, ti basti sapere cosa mediamente si sente in giro a riguardo:

  • perché in Sardegna non c’è niente
  • perché in Sardegna solo bel mare
  • perché in Sardegna si va d’estate

.

estate calda

.

Tu però, che nonostante tutto ciò credi nel potere dei desideri, vorresti regalare un fine settimana alternativo alla tua famiglia, oppure goderti con gli amici quella settimana di vacanza che ti danno solo in stagione medio-bassa, o preparare una sorpresa mozzafiato per celebrare quel compleanno o quella ricorrenza che solo voi due potete rievocare.
E allora osi.

Fai una rapida ricerca, poi una caccia disperata, che infine sfocia in una lotta all’ultimo sangue per ottenere quella che ormai è diventata un’ossessione. Ed ecco che il tuo momento relax, il tuo meritato riposo, diventa esso stesso un nuovo snervante problema…

.

dilemma vacanze

.

Le 5 cose che rischi in Sardegna “Fuori Stagione”

.

  1. Quasi tutte le strutture ricettive segnalate come “aperte tutto l’anno”, in realtà aprono solo d’estate. Non importa che sul loro sito ci sia scritto “open all year” o che prestigiosi tour operator ne assicurino la sempreverde apertura: nel 90% dei casi il mini calendario per le prenotazioni sarà chiuso in qualsiasi data non si approssimi tra giugno e settembre, e il tuo sogno sarà svanito.
  2. Anche dove il calendario è aperto e tutto sembra possibile… non risponde nessuno. Ci sono degli irremovibili principi tradizionali in Sardegna e il letargo autoindotto è uno di questi. Un indirizzo email o un numero di telefono non possono nulla di fronte al comandamento sardo “da ottobre ad aprile è dolce dormire”. Comandamento che viene rispettato tra una bestemmia e l’altra sull’avvento imprecisato della crisi.
  3. Alcuni albergatori rispondono, ma era meglio se non l’avessero fatto. Essendo il paradiso estivo per antonomasia, l’isola non è attrezzata per le temperature minime – che difficilmente vicino alle coste scendono sotto gli 8 gradi – e la maggior parte di hotel e affittacamere non hanno mai predisposto gli impianti di riscaldamento nelle camere.
  4. Ammesso che siano aperti, rispondano e abbiano le camere riscaldate, molte delle persone che in Sardegna si occupano di turismo dimostrano purtroppo un atteggiamento in qualche modo inappropriato, soprattutto di questi tempi: svogliato nel migliore dei casi – interessato solo al profitto, nel peggiore.
  5. Se è già un miracolo che sei ancora in piedi e hai trovato qualcosa che speri sia di tuo gradimento, la scommessa più grande è riuscire a far combaciare tutto, pianificare almeno la partenza e il ritorno, trovare i biglietti più convenienti o le date più fortunate – tutto questo senza avere un esaurimento nervoso ancora prima che la vacanza cominci.

.

vacanza mi arrendo

.

Se ti è capitato di cercare qualcosa in Sardegna in stagione medio-bassa, sai come ci si sente.

Frustrato e impotente, arreso e sfinito, già stanco solo al pensiero di dover ancora lottare, più spossato di prima – e non hai nemmeno trovato la tua vacanza – ti senti già deluso per una tale ingiustizia e stai per mollare, non è vero?

Niente paura, la soluzione esiste – e non è la rinuncia. Basta non commettere gli stessi errori di sempre, prevenendo le brutte sorprese: ci guadagni in salute e soldi!

Prendi nota: l’Essenza Oasi Sensoriale è davvero aperta tutto l’anno e, anzi, incentiva i suoi migliori ospiti a godere dei periodi di bassa stagione – liberi dalla ressa e dal caldo soffocante – con percorsi autentici e attività, eventi e appuntamenti, consigli e suggerimenti utili. Offre un’accoglienza genuina e un senso di familiarità che gli ospiti riconoscono dal primo all’ultimo momento del loro soggiorno.

.

Ecco cosa dicono alcuni di loro:

.

recensione vacanza“Quando abbiamo scoperto su Tripadvisor questo luogo meraviglioso ci è subito piaciuto per la sua bellezza, la sua attenzione al dettaglio e la sua filosofia. In altre parole: le aspettative erano molto alte quando siamo arrivati all’Essenza. Tuttavia siamo rimasti stupefatti da ciò che ci è stato offerto nella realtà. Anzi, le nostre aspettative sono state superate. Abbiamo trovato un’oasi di tranquillità, le camere non sono solo straordinariamente belle ma anche ottime dal punto di vista dei dettagli e delle comodità. Siamo stati due notti ad aprile e abbiamo trascorso un indimenticabile ritiro nella natura.”

Harry dalla Germania

.

recensioni migliori hotel“Siamo stati all’Essenza per la nostra luna di miele e abbiamo passato veramente dei giorni grandiosi. Valeria e Marina stanno sviluppando un modo alternativo di trascorrere le vacanze in Sardegna, ci dovrebbero essere più posti così, che emanano più autenticità. I pinnettos – le camere sono rilassanti e comode, e loro due sono estremamente gentili e ci hanno dato ottimi consigli su ristoranti locali e gite, e adesso stanno piantando piante endemiche molto antiche dell’isola, coltivando le loro erbe officinali, e preparando uno spazio fuori per le sessioni di yoga con una vista mozzafiato sulla valle. Adoriamo la loro visione e il concept dell’Essenza…”

Celine dalla Francia

.

ospiti francesi“Geniale! L’Essenza è perfetta per trascorrere alcuni giorni bucolici in Sardegna. Marina e Valeria sono adorabili, e il posto è veramente molto bello, rustico, colorato, materiali naturali e oli essenziali… Ci siamo stati due volte, d’estate e in primavera, e torneremo sicuramente per vederla in autunno…”

Annabelle dal Belgio

.

.

esperienza vacanza“L’eco di quei giorni di gennaio è di grande dolcezza, armonia e bellezza. Gli echi di questo meraviglioso regalo che mi sono fatta sono ancora potenti e chiari nel mio ricordo. Ho visto danzare la magia dell’esistenza. Ho visto tanti animali, in Terra e in Cielo. Ho sentito le loro presenze bellissime. Ho toccato il Cielo con un dito, anzi con tutte le dieci dita… giocando con il vento, ascoltando il vento e il Silenzio che era pieno di Musica e potere. Disegnato sul mio viso un sorriso costante. Ovunque l’occhio si posi l’orizzonte è vastissimo, “a perdita d’occhio”, lo Spirito può allargarsi e respirare come non respirava da tempo…”

Fabiola dal Veneto

.

vacanza da sognoIniziare l’anno all’Essenza è stato il realizzarsi di un desiderio. In questo posto si capisce il significato del qui e ora: l’accoglienza, il paesaggio, la natura sono gli ingredienti per un soggiorno rilassante e riequilibrante. Le stanze sono bellissime e profumate. Il silenzio è magico. Il caminetto è un’opera d’arte e sembra di tornare indietro nel tempo. Ottima e speciale la compagnia e le informazioni di Marina. Grazie per averci fatto scoprire questo angolo di Sardegna, dove mare, montagna, fiume e storia si mischiano in una combinazione magica…”

Stefania dal Nord Sardegna

.

weekend da sogno“È stato un soggiorno molto rilassante che ci ha catapultato in un mondo d’altri tempi, con ritmi più lenti, a contatto con la natura e con la riscoperta di piaceri semplici e preziosi. La passeggiata in campagna, la raccolta dei funghi e di erbe spontanee, il fuoco caldo, l’aroma delle essenze. Noi cercavamo la calma e gli odori della campagna, un clima sereno e lì li abbiamo trovati. La struttura è molto suggestiva, perché riprende i caratteristici pinnettos sardi, e il numero delle camere consente una vacanza lontano dalla ressa garantendo un ottimo riposo…”

Elena dal Sud Sardegna

.

meta vacanzaA fine dicembre come una conquista, un meta raggiunta. La stanza verde: l’equilibrio. Semplicità che mi auguro mi accompagni d’ora in poi. All’oasi non si pretende, si chiede. Sii gentile e vedrai… Consiglio sulle camere: Apri il tuo cuore e scoprirai di quale colore hai bisogno…”

Paolo dal Nord Sardegna

.

fascino luogo“Fascino del luogo, relax e calorosa accoglienza. Dall’apice della collina si può ammirare un panorama affascinante, specie dall’imbrunire in poi, un luogo ideale per qualche giorno di relax e stacco dalla routine quotidiana. Camere spaziose, accoglienti e perfettamente intonate all’ambiente; mare splendido a pochi minuti; ospitalità perfetta e competente. Promosso a pieni voti e consigliato…”

Marco da Cagliari

.

posto incantevole“Io e mia moglie abbiamo festeggiato il nostro 1° anniversario di nozze in questo magico affittacamere. Dire che il posto è incantevole è poco! La bellezza del luogo, dei posti che lo circondano e la gentilezza di Marina hanno reso tutto perfetto. Speriamo davvero di tornare presto per goderci ancora la magia del posto, le favolose tisane di Marina e speriamo anche le sue zuppe. Grazie ancora per tutto e per l’ospitalità con cui ci avete accolto…”

Joel dal Sud Sardegna

.

sonno profondo“Una camera talmente accogliente che se dovessi scegliere un aggettivo per descriverla sarebbe morbida (il letto fra l’altro un inno al sonno profondo!); tutto intorno alla costruzione c’è verde, verde e ancora verde… l’ideale sia d’inverno che d’estate un posto così! La proprietaria, Marina, si é presa cura di noi coccolandoci fino alla fine… infatti poi é stato difficile andarsene…”

Ilaria dal centro Sardegna

.

Se hai ancora dei dubbi leggi tutte le Recensioni dei nostri ospiti

.

Teatro Sardegna

.

Scegli le date e la tua camera preferita, a tutto il resto ci pensiamo noi!

.


.

Rispondi