Weekend Essenze: raccolta della Lavanda spontanea

.

.

Oltre al colore, al movimento, al suono… Purtroppo non esiste (ancora) un programma per condividere online i profumi!

Altrimenti potresti sentire anche da lì, come testimonia questa fotografia scattata pochi giorni fa a fine febbraio, che quest’oasi segue dei tempi balsamici particolari: è già arrivato il momento migliore per le fioriture

.

In particolare la nostra lavanda spontanea non solo è fiorita, ma profuma così forte intorno a sé per diversi metri – anche perché né è piena la tenuta – proprio perché è già arrivata al suo tempo balsamico, quello in cui la pianta è matura e pronta per la trasformazione erboristica.

.

Per questo abbiamo deciso di dedicare un Weekend di Marzo alla Lavanda: 16-17 marzo. Un vero e proprio trattamento di aromaterapia al naturale, col passaggio del vento che diffonde l’olio essenziale ancora vivo e pulsante – esperienza unica che ti fa viaggiare alto e ti inonda il cuore di benessere.

.

Ora puoi godere anche tu di questo incredibile profumo che si sprigiona solo per pochissimi giorni l’anno, in un ettaro di collina con vista sull’unica Riserva di Biosfera Unesco in Sardegna, il Parco Regionale di Tepilora.

Con il tempo e l’esperienza che vivi qui, ti può accadere qualcosa di molto simile alla distillazione delle piante officinali in olio essenziale: può uscire qualcosa da te che è la tua vera essenza, la parte più intima di te, qualche goccia della tua vera natura. 
.

.

La Lavandula Stoechas è la nostra varietà endemica di lavanda, e ricopre i terreni liberi in cui cresce la vegetazione spontanea della Sardegna. Nel nostro ettaro vista mare cresce abbondantemente in ogni dove, coccolata e impollinata dagli insetti utili. Ecco perché, tra i nostri quattro percorsi sensoriali, c’è anche la camera Lavanda: un piccolo nido rilassante per il corpo e per la mente.

 

Rispetto alla Lavandula Officinalis, oltre all’azione rilassante ha come proprietà anche quella balsamica e bronco-dilatatrice, diventando il più antico rimedio naturale per il sistema nervoso e per l’apparato respiratorio. Può essere utilizzata anche nei massaggi come antireumatico, anti-artritico, grazie alla presenza della canfora, una sostanza molto odorosa che ha un’azione riscaldante per uso esterno.

.

.

Ecco il racconto della nostra giornata erboristica passo dopo passo:

.

  1. Di buon mattino, dopo una colazione genuina, raccogliamo nei cestini le sommità fiorite della pianta, preferendo quelle integre e fresche e tralasciando quelle più secche o un po’ appassite.
  2. Torniamo nella sala centrale dell’Essenza e sistemiamo i fiori su una tovaglia pulita di lino bianco.
  3. Nel frattempo, mettiamo nel pentolone la quantità d’acqua necessaria a riempirlo fino al livello della griglia di base.
  4. Poi selezioniamo i fiori migliori, controllando che non ci siano insetti o petali danneggiati, e li mettiamo dentro il pentolone riempiendolo fino al bordo.
  5. Poi sistemiamo la seconda griglia superiore e chiudiamo il distillatore ermeticamente.
  6. Sistemata poi la vetreria, facciamo gli allacci dei tubi per l’acqua di raffreddamento.
  7. Avviamo l’estrazione in corrente di vapore, accendendo il fuoco sotto il pentolone.
  8. Quando il termometro indica i 100 gradi, si inizia con il raffreddamento aprendo il rubinetto dell’acqua fredda.
  9. Dalle palline di vetro uscirà una miscela di acqua aromatica e olio essenziale. L’olio, essendo più leggero, sta sulla parte alta dell’acqua. Dalla parte bassa del cilindro in vetro, l’acqua aromatica esce e si raccoglie nella piccola caraffa.
  10. Aspettiamo qualche ora, e una volta spento il fornello aspettiamo che il pentolone si raffreddi completamente prima di poterlo aprire. A fine lavoro abbiamo:
  • la caraffa di acqua aromatica
  • il cilindro di vetro con l’olio essenziale
  • l’erba cotta a vapore dentro il pentolone (con cui si può fare dell’ottimo compostaggio)

.

.

Creata appositamente per risvegliare i 5 sensi con oli essenziali dentro capanne eco chic, L’Essenza Oasi Sensoriale è una piccola struttura ricettiva nel Parco Naturale di Tepilora (unica Riserva Unesco in Sardegna e ottava in tutta Italia).

Il pinnetu dell’Essenza è una camera circolare in pietra e legno, con tetto a cono su telaio d’alberi resistenti e percorso cromo-aromatico dedicato.

 

Dato che l’archittettura riprende la forma di un antico nuraghe quadrilobato, e la camera è circolare e conica, l’energia all’interno della stanza si muove in maniera più intensa rispetto agli edifici squadrati.

 
.
.
 

In questa piccola guesthouse aromaterapica, ci sono solo 4 percorsi sensoriali legati alle 4 camere-pinnettos, quindi non ci saranno mai più di 4 coppie alla volta:

⚪ Camera Bianca con olio essenziale di Mirto
💚 Camera Verde con olio essenziale di Ginepro
💜 Camera Viola con olio essenziale di Lavanda
💛 Camera Gialla con olio essenziale di Elicriso

Questa per esempio è la Camera Mirto, con olio essenziale riequilibrante e rinvigorente, estratto secondo la tradizione della più antica famiglia di erboristi dell’isola:

.

.

Regalati o regala un weekend full-immersion nelle erbe: dalla raccolta delle piante alla selezione delle parti migliori per la distillazione, fino ad arrivare al risultato finale in boccetta di acqua aromatica da portare a casa.

Per scoprire realmente che profumi stiamo sentendo ora e che cosa di meraviglioso ti aspetta, scrivici subito e prenota la tua esperienza sensoriale totale, nel cuore del Parco Tepilora Riserva Unesco:

.


.

magia luogo“Arrivare in un’oasi e sentirsi come viaggiatori in un sogno! Il silenzio, i colori, le erbe e i gatti selvaggi, la magia naturale di questo luogo, permettono di sentire qualcosa di speciale. Il nostro soggiorno all’Essenza ha superato le nostre aspettative di gran lunga… un luogo insolito che consigliamo volentieri!”

Helga dall’Austria

.

ospiti francesi“Geniale! L’Essenza è perfetta per trascorrere alcuni giorni bucolici in Sardegna. Marina e Valeria sono adorabili, e il posto è veramente molto bello, rustico, colorato, materiali naturali e oli essenziali… Ci siamo stati due volte, d’estate e in primavera, e torneremo sicuramente per vederla in autunno!”

Annabelle dal Belgio

.

.

anima“Ricaricare la propria Anima… Abbiamo passato una notte in questo posto Unico! Noi siamo stati nella stanza Elicriso ed è stato bellissimo. Ogni oggetto in cui ci si imbatteva nei dintorni aveva una storia da raccontare. Per un giorno mi è sembrato di tornare in dietro nel tempo, quando il canto della cicala mi era molto familiare, quando passavo ore intere ad osservare la natura e a respirare il profumo delle erbe. Abbiamo visitato anche il paesino medievale di Posada che è lì a due passi e apprezzato il mare limpidissimo. Ci è dispiaciuto andar via…”

Roberto dalla Puglia

.

camera lavanda“Si chiama Camera Lavanda ed è profumata. Alla testata del letto un tronco di legno imbevuto di essenza. Seguo i rami intrecciati che creano il soffitto a cono e ci gioco. Il cono sale e si restringe sale e si restringe e sembra il centro di un tempio. Un utero scavato nella pietra nel legno nella terra di un’isola remota…”

Marta dal Piemonte

.

Non perdere il periodo migliore per le fioriture, prenota ora la tua giornata erboristica:

.


 
 

Rispondi