Un Seminario di rinascita e trasformazione

.

.

Arriva Aprile e con lui un Seminario di rinascita e trasformazione…

 

Se ti è capitato di sentire che la qualità della tua vita è influenzata dai condizionamenti del passato, ma credi che ci sia la possibilità di risvegliarsi…

.

Ora puoi avere accesso alle tecniche della più grande esperta di fiabe iniziatiche in Italia, che da oltre 20 anni tiene conferenze e seminari anche all’estero sui temi della consapevolezza e della trasformazione.

.

Mirella Santamato terrà il primo seminario in Sardegna per la riscoperta della tua Essenza attraverso le Fiabe – anche se non sei più in tenera età e non hai mai fatto un lavoro su te stesso.

.

Attraverso i codici nascosti nelle Fiabe della nostra cultura, scoprirai come utilizzare nella tua vita i segreti nascosti da queste storie antiche che hanno sfidato i millenni, per imparare a vivere “felici e contenti”.

.

.

Ecco un’introduzione al Seminario dalle parole di Mirella:

.

“Le antiche narrazioni iniziatiche sono pochissime.

Tutte le altre narrazioni di tipo fiabesco furono in realtà scritte dopo la pubblicazione della prima raccolta dei fratelli Grimm, nel 1812.

Subito dopo, nel giro di pochi decenni, ci fu un fiorire enorme di letteratura fiabesca, di scrittori che presero la penna e raccontarono fiabe anche molto belle – e che ebbero un successo clamoroso – ma che non nascondevano i codici iniziatici, i codici che portano l’anima umana alla trasformazione dal male in bene, da uno stato di privazione e servitù, a uno di felicità.

 

La vita è una lezione che man mano ci porta tante conoscenze.

Ma se noi ci fermiamo alle sole conoscenze negative, avremo una vita negativa.

Queste antiche narrazioni portano invece la trasformazione, da vivere una vita infelice a vivere felici e contenti.

Le narrazioni fiabesche pubblicate dopo quelle dei fratelli Grimm invece non contengono queste parti.

Non iniziano con il codice iniziatico fondamentale, famosissimo, che tutti noi conosciamo:

.

1. “C’era una volta, tanto tempo fa…”

.

Questa formula è come una password, è qualcosa che ci indica che quello che sarà raccontato dopo parte da quella volta, da quell’unica volta in cui ci incarnammo – quella volta, tanto tempo fa, quando noi nascemmo.

Quella volta inizia l’avventura, e in quella volta noi cominceremo a capire.

 

Il secondo codice fondamentali è il finale, che deve per forza essere:

.

2. “E vissero felici e contenti”.

.

Il superamento di tutte quelle prove terribili – essere mangiati da un lupo, vincere un drago o addirittura mangiare delle mele avvelenate – che l’anima dovrà sopportare per la conoscenza, portano poi alla felicità e alla conoscenza del vero amore.

La verità e l’amore sono gli scopi della nostra incarnazione.

Non tutte le fiabe finiscono con questa formula, anzi pochissime.
Occorre quindi distinguere tra le fiabe iniziatiche profonde e i racconti fiabeschi (Peter Pan, Pinocchio, ecc) che non finiscono con questa frase.

 

L’altro codice fondamentale in cui queste narrazioni antiche devono essere definite è che:

.

3. Non devono avere un autore.

.
Tutte le fiabe Ottocentesche famosissime (Alice del Paese delle Meraviglie per esempio) hanno un autore.

Per questo motivo hanno un contesto storico, politico, sociale e psicologico.
Questo le immette non nell’eternità dell’anima spirituale ma in un contingente moderno ben descrivibile e che ha tutte le sue funzioni, per cui queste sono solo belle narrazioni non iniziatiche.

.

.

Se cambiamo le narrazioni del mondo… noi cambiamo il mondo.

Tutto ciò in cui credi si realizza, nel bene e nel male.
Quindi perché non scegliere il bene?
Perché non scegliere la Felicità?”

.

I codici delle fiabe iniziatiche saranno svelati in maniera molto approfondita durante il Seminario “Iniziazione Segreta alla Felicità” con Mirella Santamato.

Scopri subito tutti i dettagli, il programma, e la storia di Mirella:

.

Seminario “Iniziazione Segreta alla Felicità”

.


Rispondi